Chiara d’Auria

Chiara d’Auria è ricercatrice confermata in storia contemporanea (M-STO/04) presso l’Università degli Studi di Salerno, Dipartimento di Studi Umanistici (DipSUM), sezione di Studi Storici, e docente di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale (DISPAC). Ha conseguito l’Abilitazione scientifica nazionale come professore associato nel settore concorsuale 14-B2. Ha insegnato Storia delle relazioni internazionali presso La Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Studi Orientali.

E’ stata docente di storia delle relazioni internazionali  (2005-2007) e di storia contemporanea (2008-2011) presso l’Università degli Studi della Tuscia.

I suoi ambiti di ricerca sono: storia contemporanea dell’Asia sud-orientale; storia delle relazioni internazionali dell’Asia sud-orientale; storia della Cina contemporanea; storia delle relazioni internazionali della Repubblica Popolare Cinese; storia contemporanea dei paesi dell’America centrale; politica internazionale della Cina repubblicana; relazioni bilaterali tra RPC e Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord).

Ha effettuato visiting scholarships visiting professorships a: Biblioteque de l’Asie, Centre d’études sur la Chine moderne et contemporaine dell’École des hautes études en sciences sociales di Parigi; l’École française d’Extrême-Orient di Parigi; l’Institut National des langues et civilisations orientales di Parigi; l’Institut Français des Relationes Internationales di Parigi; Institute of China Studies della University of Malaya di Kuala Lumpur (Malaysia); Institute für Asien-und Afrikawissenschaften, Philosophische Fakultät III, Humboldt-Universität, Berlin; University of Amsterdam; Universidad de Costa Rica, Escuela de Ciencias Politicas, Sede de San Josè de Costa Rica e la Sede de Guanacaste y Santa Cruz.

Tra le sue pubblicazioni, La formula politica del Costa Rica: un nuovo patto sociale?, in Africana. Rivista di studi extraeuropei, vol. XXI, 2015, pp. 37-41, ISSN 1592-9639 (2016); Il pragmatismo flessibile. “Tigri” del Sud-est asiatico e Cina tra ‘constructive engagement’ e ‘hépíng juéqì’, Viterbo, edizioni Settecittà (2010); e “tigri” asiatiche. Singapore, Thailandia ed Indonesia tra crescita ed evoluzione. Analisi comparativa sui sistemi politici ed economici dei paesi del Sud-Est Asiatico, Viterbo, Edizioni Settecittà (2004).