Fabio Bertini

Dottore di ricerca in Storia della Società Europea, allievo della Scuola Storica dell’Istituto Storico per l’Età moderna e contemporanea di Roma, già Professore Associato di Storia contemporanea presso la Facoltà di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” di Firenze. Condirettore della collana Il Risorgimento tra Mediterraneo ed Europa della casa editrice ETS di Pisa, direttore della Collana Il lungo Risorgimento delle donne della Casa editrice CET di Firenze, Redattore capo della rivista «Rassegna Storica Toscana», componente del Comitato scientifico della «Rivista di Studi Politici Internazionali» e del Comitato di direzione di «Ricerche Storiche», collaboratore di numerose riviste storiche italiane e straniere. Ha tenuto relazioni in convegni scientifici in Italia e all’estero e in Università straniere. Ha curato la schedatura e la sistemazione dell’Archivio Giuseppe Vedovato per la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ha scritto numerose monografie e saggi, in buona parte in prospettiva internazionale.

PhD in History of the European Society, Research Student at Scuola Storica dell’Istituto Storico per l’Età moderna e contemporanea in Rome. Associated Professor of Contemporary History at the Department of Political Science “Cesare Alfieri”, Florence.

Co-director of the book series Il Risorgimento tra Mediterraneo ed Europa, ETS, Pisa; Director of the book series Il lungo Risorgimento delle donne, CET, Florence; Editor-in-chief of «Rassegna Storica Toscana»; Member of the Board of «Rivista di Studi Politici Internazionali» and «Ricerche Storiche». He contributes to numerous historical journals. Visiting Professor in many Italian and foreign Universities. He reorganized and catalogued the Giuseppe Vedovato’s archives for the National Central Library of Florence.


Giorgio Bosco

Il ministro plenipotenziario Giorgio Bosco per oltre un quarantennio ha fatto parte della carriera diplomatica , ricoprendo vari incarichi a Roma e all’estero, tra cui Ambasciatore d’Italia in Bolivia e Myanmar.

All’attività diplomatica ha unito quella accademica, come docente a contratto di Organizzazione internazionale all’Università di Genova (1983-86) e come docente stabile di Diritto internazionale alla scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (Roma, 1996-99).

E’ autore di numerosi articoli apparsi in riviste specializzate, nonché di due saggi, uno sulle soluzioni delle controversie giuridiche internazionali (1989) ed uno su Dionisio Anzilotti (2006).


Pietro Calamia

Entrato in carriera diplomatica (1955) Affari Politici, Consolato generale a Marsiglia e servizio stampa. All’Ambasciata d’Italia a Vienna (1961-1966); Consigliere alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Comunità Europee a Bruxelles, responsabile, tra l’alto, per i negoziati di adesione di Danimarca, Irlanda e Gran Bretagna e per i negoziati paralleli con i Paesi Efta (1966-1973); al Ministero degli Esteri a Roma, responsabile per gli Affari Comunitari (1973-1978); Membro della delegazione italiana ai Consigli Europei ed ai Vertici (prima a sei poi a sette) di Rambouillet (1975), Puerto Rico (1976) e Londra (1977); Vice-Rappresentante Permanente presso le Comunità Europee a Bruxelles (1978-1980); nominato Ambasciatore d’Italia a Belgrado (1980-1984); Ambasciatore-Rappresentante Permanente d’Italia presso le Comunità Europee (1984-1990); al Ministero degli Esteri come Direttore Generale per l’Emigrazione e gli affari sociali (1990-1993); Capo della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’OCSE a Parigi (1993-1997); Rappresentante personale (Sherpa) del Presidente del Consiglio per la Presidenza italiana del G7 di Napoli.

Attualmente Membro di varie associazioni di politica estera e pubblicista.

He entered the diplomatic service in 1995, assigned to the Department of Political Affairs, Rome; Press Office Attaché at the Ministry (1959); at the Embassy of Vienna (1961-1966); Counsellor in the Italian Permanent Diplomatic Mission to the EEC in Brussels, Responsible inter alia for the negotiation for the EEC membership of Denmark, Ireland and the United Kingdom and the parallel negotiation with EFTA countries (1966-1973); Responsible in the economic Department for Community Affairs at Foreign Ministry in Rome (1973-1978); Member of the Italian delegation to the European Councils and to the Summits in Rambouillet (1975), Puerto Rico (1976), London (1977); Deputy Permanent Representative to the EEC in Brussels (1978-1980); appointed Ambassador of Italy to Yugoslavia (1980-1984); Ambassador-Permanent Representative to EEC in Brussels (1984-1990); Director general of the Department of Emigration and Social Affairs, Foreign Ministry in Rome (1990-1993); Head of the Italian Permanent Representative to the OECD, Paris; Personal Representative (Sherpa) of the Prime Minister to the G7 Summit in Naples (1993-1995).

At present Member of various foreign policy Associations and writer.


Sabino Cassese

Giudice emerito della Corte Costituzionale e professore emerito della Scuola Normale Superiore di Pisa, nonché professore di Global governance al Master of Public Affairs dell’Institut d’Études Politiques di Parigi.

Laureato nel 1956, a Pisa, dove è stato allievo del Collegio Giuridico della Scuola Normale Superiore, è dottore “honoris causa” nelle Università di Aix-en-Provence, di Cordoba (Argentina), di Paris II, di Castilla-la-Mancha, di Atene, di Macerata e dell’Istituto Universitario Europeo di Firenze.

Ha insegnato nelle Università di Urbino, Napoli, Roma, New York, Parigi e Nantes.

E’ stato Ministro per la Funzione Pubblica del 50° Governo della Repubblica italiana, presieduto da Carlo Azeglio Ciampi.

Ha scritto numerosi volumi ed articoli, in Italia e all’estero. Tra le sue pubblicazioni più recenti : La nuova costituzione economica (a cura di), Laterza, IV ed. 2007; Le basi del diritto amministrativo, Garzanti, 2000; Trattato di diritto amministrativo (a cura di), Giuffrè, II ed. 2003; La construction du droit administratif France et Royaume-Uni, Montchrestien, 2000; Ritratto dell’Italia, Laterza, 2001; La crisi dello Stato, Laterza, 2002; Lo spazio giuridico globale, Laterza, 2003; Istituzioni di diritto amministrativo (a cura di), Giuffrè, III ed. 2009; Oltre lo Stato, Laterza, 2006; Il mondo nuovo del diritto, Il Mulino, 2008; Culture et politique du droit administratif, Dalloz, 2008; I tribunali di Babele. I giudici alla ricerca di un nuovo ordine globale, Donzelli, 2009; Il diritto globale. Giustizia e democrazia oltre lo Stato, Einaudi, 2009; Manuale di diritto pubblico (a cura di), Giuffrè, IV ed. 2009; Massimo Severo Giannini (a cura di), Laterza, 2010; Il diritto amministrativo: storia e prospettive, Giuffrè, 2010; Lo Stato fascista, Il Mulino, 2010; Handbuch Ius Publicum Europaeum (a cura di A. von Bogdandy, S. Cassese e P.M. Huber), C.F. Müller, 2010; L’Italia: una società senza Stato?, Il Mulino, 2011; Tre maestri del diritto, Editoriale Scientifica, 2012; Lo Stato e il suo diritto scritto con Pierangelo Schiera e Armin von Bogdandy, Il Mulino, 2013; Governare gli italiani, Il Mulino, 2014; Diritto amministrativo. Una conversazione con Luisa Torchia, Il Mulino, 2014.

Dal 2015 è editorialista del «Corriere della Sera».


Fausto de Quadros

Professore emerito presso l’Università di Lisbona, Scuola di Diritto. Insegna Diritto dell’Europa, Diritto pubblico internazionale e Diritto amministrativo. Cattedra Jean Monnet ad personam in Diritto costituzionale europeo. ha insegnato come Visiting Professor presso l’Università Robert Schuman di Strasburgo. E’ stato assegnista di ricerca presso il Max Planck Institute for Public Comparative Law and International Law di Heidelberg.  Avvocato, consigliere e arbitro ICSID (Banca Mondiale) , ICC e WTO.  Autore di più di 180 pubblicazioni, tra cui : Manual de Direito Internacional Público, co-author: A. Gonçalves Pereira, 3rd.  ed., Coimbra, Almedina, 1993: Droit de l’Union eueopéenne – Droit constitutionnel et administratif de l’Union européenne,  Bruxelles, Bruylant, 2008; Direito da União Europeia – Direito constitucional e administrativo da União europeia, 3rd. ed., Coimbra, Almedina, 2013; Contencioso da União Europeia, co-author: Ana Maria Martins, 2nd. ed., Coimbra, Almedina, 2007; A proteção da propriedade privada pelo Direito Internacional Público (with an english summary), Coimbra, Almedina, 1998.



Teresa Freixes

Dal 1993 Professore di Diritto costituzionale presso l’Università autonoma di Barcellona (UAB) e dal 2003 titolare della Cattedra Jean Monnet, ad personam dal 2008.

Dal 1994 è un esperto legale per la Commissione europea (ha partecipato all’elaborazione del Trattato di Amsterdam, della Carta dei diritti fondamentali, della Costituzione europea e del Trattato di Lisbona) e dal 1997 per il Consiglio d’Europa (Program of Juridical Assistance for the East European Countries to form magistrates and professors and supervise the legislative adaptation process, 1997-99).

Membro dal 2010 del Royal Academy of Doctors; Membro e rappresentante per la Spagna Réseau UE d’experts indépendants en matière de droits fondamentaux (2002-2006) alla Commissione europea. Esperto senior per FRANET (Fundamental Rights Agency and European Institute for Gender Equality, Legal Experts Group, 2005-2014). Investigatore principale in molti progetti R+D+I, programmi europei e gruppi di lavoro di alto livello. Ha scritto relazioni per la Commissione europea, il Parlamento europeo, il Governo spagnolo, il Governo di Catalogna, Andalusia, Isole Baleari e diverse organizzazioni private. Professore visitatore in diverse Università. Membro di molti Consigli scientifici e Osservatori. Perito ufficiale per EAECA, ANEP e AGAUR. Ha pubblicato una dozzina di libri e più di 100 articoli e capitoli di libri.


Wolf D. Gruner

Professore ordinario, titolare della cattedra di Storia europea, moderna e contemporanea e Professore Jean Monnet di Storia dell’integrazione europea e di Studi europei presso l’Università di Rostock (dal 1996 fino alla pensione).

1971-1973 Assistente di Storia moderna e contemporanea; LMU; 1973-1980 Assistente di Storia moderna e contemporanea presso University of the Armed Federal Forces, Monaco di Baviera; Lettore di Storia moderna presso The Munich Institute of Technology 1976-1982; 1979/80 Abilitazione LMU; 1982-1996 Professore di Storia moderna europea, Università di Amburgo, dal 1991 titolare della cattedra Jean Monnet in Storia dell’integrazione europea.

Professore visitatore nelle seguenti Università:1983, 1986/87 Indiana University Bloomington; 1999 UGA (University of Georgia, Athens); 2003-2005 Università la Sapienza, Roma; dal 2005 babes-Bolyai University Cluj; 2007 Professore visitatore e ricercatore della società giapponese per la promozione delle scienze in Giappone ; 2007-2011 Esaminatore esterno di Studi europei, Università di Hongkong.

Tra le sue principali e più recenti pubblicazioni: Les idées de l’Europe politique au XVIIIe siècle; Perceptions et conceptions de l’Europe au XIXe siècle: Programmes et initiatives politiques pour une Europe commune au XIXe ( Imaginer l‘Europe 1998); Les Europe des Européens: The Perceptions of Europe in the Debates of the Consultative Assembly of the Council of 1949-1953 (1998); La place de l’Allemagne dans l’Europe d’après-guerre selon Jean Monnet 1940-1952 (Jean Monnet et les chemins de la paix 1999); Der Europarat wird 50; Europäischer Völkerbund und ewiger Frieden [European League of Nations and Perpetual Peace] (Festschrift Bahne 2000); Les Länder Allemands et la création de la CECA [The German Länder and the Foundation of the European Community of Coal and Steel] (Bitsch, Le Couple France-Allemagne 2001) Historical Dimensions of German Statehood: from the Old Reich to the New Germany (Arthur Gunlicks (Ed.), German Public Policy and Federalism. 2003, 22004); Europa-Lexikon. Länder – Politik – Institutionen, Becksche Reihe 1506/ 2004, 22007; The German Debate on Europe: Expectations – Positions – Perceptions – Ideas (1945-2005) (Bitsch/Loth/Barthel ed. Cultures politiques, 2007; Deutschland in Europa 1750-2007 Cluj Napoca 2009; Der Deutsche Bund 1815-1866, 2012. Der Wiener Kongress 1814/15, 2014.


Christopher Hill

Christopher Hill è professore Sir Patrick Sheehy di Relazioni internazionali presso il Dipartimento di Politica e studi internazionali (POLIS) dell’Università di Cambridge, dove è anche membro del Sidney Sussex College. Ha inoltre insegnato presso il Dipartimento di Relazioni internazionali della London School of Economics and Political Science (1974 -2004), dove è stato professore Montague Burton dal 1991, Capo del Dipartimento,1994-1997, e vice Presidente del Consiglio accademico, 1999-2002.

Ha pubblicato a livello internazionale molti articoli, aventi come temi centrali la politica estera e le relazioni internazionali. Tra le sue pubblicazioni più recenti: (con Sarah Beadle) The Art of Attraction: Soft Power and the UK’s Role in the World (British Academy, 2014), The National Interest in Question: Foreign Policy in Multicultural Societies (OUP 2013); National and European Foreign Policies, (con Reuben Wong, Routledge 2011); e The European Union in International Relations (con Michael Smith, seconda edizione 2011).

E’ stato Presidente della British International Studies Association ed è stato eletto membro della British Academy nel 2007. Ha diretto e/o è stato uno dei maggiori partecipanti nei programmi di ricerca finanziati dall’Unione Europea FONET, CONSENT e MERCURY


Bichara Khader

Bichara Khader è Professore Emerito all’Università cattolica di Lovanio e fondatore del Centro di studi e ricerche sul Mondo arabo contemporaneo. È stato membro del Gruppo di Alti Esperti sulla Politica estera europea e la Sicurezza comune (Commissione Europea) e membro del Gruppo dei Saggi sul dialogo culturale nel Mediterraneo (Presidenza europea). Attualmente è professore ospite in varie Università europee e arabe. Ha pubblicato oltre 30 volumi sul mondo arabo e sulle relazioni euro-arabe, euro-mediterranee, tra Unione Europea e Paesi del Golfo Persico e sulle relazioni euro-palestinesi.


Valeria Piacentini Fiorani

Nata a Roma, 1940

Posizione Accademica: Professore di ruolo, a riposo, ancora in servizio a contratto nell’insegnamento di Storia e istituzioni del mondo musulmano nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Membro del Comitato direttivo del Centro di Ricerche sul Sistema Sud e il Mediterraneo Allargato (CRiSSMA) nel predetto Ateneo del Sacro Cuore; Membro del Comitato Scientifico del Centro Studi dei Popoli Extra-Europei, Fondazione C. Bonaccossa, Università di Pavia.

Membro nazionale dell’Accademia di Scienze Morali e Politiche della Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Napoli. Direttore scientifico del Gruppo italiano di ricerca, partner dal 2010 in un Joint Pakistan-Italian-French Historical and Archaeological Reserch-Project a Banbhore (Sindh-Pakistan). L’unità di ricerca italiana fa capo all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, opera sotto il patrocinio del Ministero degli Affari esteri italiano. Membro dell’Istituto italiano di Affari Internazionali; Membro della Società italiana per le Organizzazioni internazionali; Membro dell’Istituto per l’Oriente Carlo Alfonso Nallino; Membro della Società italiana degli Storici italiani; Membro della British Foundation for Studies on Arabia.

Tema centrale del suo lavoro scientifico è il mondo islamico: le radici antiche dell’oggi. Ha condotto ricerche anche sul campo in Iran; Afghanistan; Asia centrale ex-sovietica (Kirghyzstan, Uzbekistan, Kazakstan); Tanzania; mondo arabo (Sultanato dell’Oman, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrain, Kuwait); Vicino e Medio Oriente; Turchia; Pakistan; India.

Born in Rome, 1940
Full Professor rtd. On the basis of an annual contract, she holds a teaching on History and Institution of the Muslim World in the Catholic University of the Sacred Heart (Università Cattolica del Sacro Cuore), Milan –Italy- Faculty of Political and Social Sciences.

Previous teaching activity: Assistant Professor at Pavia University; Lecturer of Arabic at the Catholic University of the Sacred Heart; she has also held courses on the Islamic Countries at Trieste University and Milano University; Chair of History and Institutions of Iran and Central Asia in the Oriental Institute of Naples; since 1982 full Professor in the Catholic University of the Sacred Heart, Milan.

Member of the Board of directors of the Centre of Research on the Southern System and Wider Mediterranean (CRiSSMA) in the Catholic University of the Sacred Heart. Member of the Scientific Board of the Centre for Studies and Research on non-European Peoples – Bonaccossa Foundation, Pavia University. Member of the Scientific Board of the following journals: «Asia Major», Pavia University and «Rivista di Studi Politici Internazionali», Rome; Member of the British Foundation for Studies on Arabia (BFSA), London/UK; National Member of the Accademia di Scienze Morali e Politiche of the Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Naples.

Scientific Director of the Italian Team, partner of the Joint Pakistan-French-Italian Historical and Archaeological Research Project at Banbhore, which takes place since 2010 on the basis of a License granted by the Government od Sidh (Pakistan). The Italian Unit’s research-work takes place under the sponsorship of the Italian Ministry for, Foreign Affairs within the institutional framework of the Catholic University of the Sacred Heart, Italy.

Field-Work experiences: Iran; Afghanistan; Kirghyzstan; Uzbekistan; Kazakstan; Tanzania; Sultanate of Oman; Syria; Jordan; Israel; Lebanon; Egypt; United Arab Emirates; Bahrain; Saudi Arabia; Turkey; Pakistan; India.
Main Publications: she has published more than one hundred and fifty articles, plus minor notes and lemma in Italian Encyclopedias. Amongst the main subjects: historiography and Italian contribution to Islamic/Iranian/Eurasian studies; history of the Gulf; Hormuz and its kingdom; the Iranian coastal region, Makran, Baluchistan and Sindh in the Middle ages; Turkish pressure and invasion (VIII-XV centuries AD); Islam: ‘official Islam’ and ‘parallel Islam’; modern/ contemporary security issues.


Giulio Terzi di Sant’Agata

L’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata ha prestato servizio presso il Ministero degli Affari Esteri dal 1973 al 2013. È stato Direttore Politico, Ambasciatore in Israele, Rappresentante Permanente presso le Nazioni Unite a New York, Ambasciatore negli Stati Uniti ed infine Ministro degli Affari Esteri dal novembre 2011 al marzo 2013. Attualmente è impegnato in temi di politica estera e di sicurezza e membro di rilevanti istituzioni ed organizzazioni.

 

 


Tatiana Zonova

Posizione corrente: Professore ordinario del Dipartimento per gli Studi della diplomazia, Universita’ statale delle relazioni internazionali (Mgimo), Mosca; Professore a contratto del Dipartimento per gli Studi della teoria e della storia delle relazioni internazionali, Universita’ per l’amicizia tra i popoli, Mosca.
Affiliazioni rilevanti : Membro dell’ Associazione russa degli Studi internazionali (RISA); Membro del gruppo di esperti del Consiglio russo degli Affari internazionali (RIAC, NGO); Membro della direzione dell’Associazione della Cooperazione euro-atlantica (NGO); Membro del gruppo internazionale di consiglieri di «The Hague Journal of Diplomacy»; Membro del Consiglio scientifico della «Rivista di Studi Politici Internazionali»; Membro del gruppo editoriale per la Storia della integrazione europea (Colonia-Stoccarda).

Autrice di numerosi libri e articoli sulla diplomazia, sulla storia e teoria delle relazioni internazionali, sulla politica estera russa, tra i quali ricordiamo Diplomatia. Modely. Formy. Metody. (in Russian) (Diplomacy Models Forms Methods), Moscow, Aspekt Press, 2014, P.348; Na Perekrestke Sredizemnomoria (ed) (in Russian) (At the Crossroad of Mediterranean), Moscow, Ves Mir. 2011, P. 449; Sovremennaja Model Diplomatii (in Russian) (Modern Model of Diplomacy), Moscow, ROSPEN, 2003; Diplomatia Vaticana v kontekste evoluzii evropeiskoy politicheskoy sistemy (in Russian) (Vatican diplomacy in the context of the evolution of European political system), Moscow, ROSPEN, 2000.TATIANA ZONOVA